Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Cultura e Turismo Calendario eventi 2017 Anomalie

Anomalie

Due mostre nel parco dell'ex psichiatrico e un convegno sull’arte irregolare e sulla storia del luogo
Cosa
Mostre
Quando
02/09/2017 al 17/09/2017
Dove
Ex Ospedale Psichiatrico - Largo Belvedere Sanzio
Nome del contatto
Telefono del contatto
340 0569345 - 333 4419181
Partecipanti
Progetto ideato e realizzato dall’Associazione Culturale McZee, con il patrocinio del Comune di Macerata e dell’Asur Marche
Aggiungi un evento al calendario
iCal

Anomalie

INAUGURAZIONE 

sabato 2 settembre 2017, ore 16:00

ORARI

dal lunedì al venerdì dalle 15:30 alle 19:30

sabato e domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 19:30

INGRESSO LIBERO 

 

Tre gli eventi che compongono il progetto Anomalie: due mostre che si terranno in contemporanea nel parco dell’ex manicomio dal 2 al 17 settembre e una giornata di studi, il 9 settembre presso la Biblioteca Mozzi Borgetti.

On_the_spot//Anomalie. Installazioni d’arte contemporanea site-specific

Mostra a cura di Michele Gentili, si prefigge di valorizzare attraverso la pratica di giovani artisti un’area altamente significativa dal punto di vista sociale e culturale, stimolando il pubblico ad una riflessione sul luogo d’intervento per una percezione diversa dalla fruizione consueta.

Dieci artisti hanno realizzato un’opera per l’area dell’Ex Ospedale Psichiatrico di Macerata indagando le differenti caratteristiche del luogo, interpretandole secondo i loro interessi e sensibilità, dalla funzione storica del sito legata alla reclusione della malattia mentale fino ad arrivare all’attuale stato di inagibilità post-sismica.

Gli artisti che partecipano a On_the_spot//Anomalie sono: Laura Bisotti; CH RO MO; Alisia Cruciani; Elena Hamersky; Rada Kozelj; Elisa Muliere; Flavio Pacino; Alessio Santoni; Valeria Talamonti; Chiara Valentini.

 

RISCOPERTI. Storia e storie del manicomio Santa Croce

Mostra documentativa a cura di Giulia Pettinari, vuole gettare luce su un periodo storico che diede avvio a un profondo rinnovamento dell’ospedale neuropsichiatrico di Macerata. Il promotore della riorganizzazione dell’intero complesso manicomiale fu Enrico Morselli che nel 1877 fu nominato direttore. Dal ritrovamento di documenti inediti sono emerse le vicende di alcuni pazienti che, incoraggiati da Morselli e dai successivi direttori, parteciparono ad attività occupazionali di tipo artistico, realizzando opere di particolare interesse. La mostra vuole riportare a galla le storie di questi pazienti e le espressioni della loro urgenza creativa attraverso fotografie e documenti a oggi inediti. L’allestimento della mostra è a cura dell’arch. Paolo Chiacchiera.

 

ANOMALIE. Giornata di studi sull’arte irregolare e sulla storia dell’ex ospedale psichiatrico di Macerata 

9 settembre, Sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi-Borgetti
Attraverso il contributo di studiosi provenienti da varie discipline si ripercorrerà la storia del manicomio Santa Croce di Macerata, raccontando le vicende di Antonio Tolomei, scultore ricoverato a fine ‘800 e di Giovanni Antonelli poeta e scrittore. Si discuterà inoltre di outsider art o arte irregolare e si parlerà del progetto nazionale Costruttori di Babele, con un occhio di riguardo al nostro territorio. Infine, si illustreranno i casi di alcuni ex complessi manicomiali italiani rivalutati attraverso iniziative culturali per lanciare uno sguardo al futuro del Santa Croce.

 

Tutti gli eventi del progetto Anomalie sono a ingresso libero.


Nel periodo della manifestazione è prevista l’organizzazione di visite guidate e laboratori didattici. Per ogni aggiornamento, seguire la pagina Facebook: https://www.facebook.com/McZeeIT/

 

Anomalie è un progetto no-profit reso possibile grazie al contributo di aziende e privati cittadini.

Si ringraziano

Il Faro Cooperativa Sociale (Sforzacosta, Macerata); APM SpA – Azienda Pluriservizi Macerata; Diva Car snc (Sforzacosta, Macerata); Cirioni snc (Sforzacosta, Macerata); Centro Medico Aurora (Macerata); Cavalieri Srl (Corridonia); Campetella Robotic Center Srl (Montecassiano); Macero Maceratese Srl (Piediripa, Macerata); Cecilia Pasquali – Private Banker (Macerata); Moscatelli Maria & C. Srl (Montecassiano); Tomaificio Letizia snc (Vissani, Montecassiano); Quadreria Blarasin (Macerata); Miss Machine Tattoo (Montecassiano).

 


 

McZee è un’associazione culturale con sede a Macerata nata nel gennaio 2017 dall’incontro tra giovani storici dell’arte e artisti. Suo scopo è quello di promuovere l’arte e la cultura attraverso una progettazione a sostegno della creatività emergente, la ricerca storico-artistica e la realizzazione di eventi di mediazione e didattica del patrimonio.

Paolo Chiacchiera (1990) è architetto. Dopo aver conseguito la laurea triennale ad Ascoli Piceno si trasferisce al Politecnico di Torino, dove nel 2016 consegue la laurea magistrale con una tesi sperimentale sull'impiego del bambù per l'autocostruzione di coperture leggere. Terminati gli studi si iscrive ad un master universitario di secondo livello presso l'Università di Bologna dove continua ad approfondire l’utilizzo di materiali naturali per un'architettura attenta alle tematiche ambientali. Attualmente vive a Bologna.

Alisia Cruciani (1989) è artista. Laureata all'Accademia delle Belle Arti di Bologna e successivamente all’Università IUAV di Venezia, studia e sperimenta vari linguaggi, per poi decidere di dedicarsi principalmente alla pratica dell’installazione ambientale site-specific che contempla ogni possibile direzione, deriva o svolta imprevista grazie al coinvolgimento attivo del pubblico. Vive e lavora tra le Marche e la Puglia.

Michele Gentili (1989) è storico dell’arte e curatore indipendente. Laureato all’Università di Bologna ha avuto esperienze in diversi musei, gallerie ed istituzioni italiane e straniere. Nel 2017 ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Beni Storico-Artistici. Si interessa a questioni relative al paesaggio, la città e la memoria storica dei luoghi. Attualmente collabora in progetti con giovani artisti italiani. Vive nelle Marche.

Giulia Pettinari (1987) è storica dell'arte e ricercatrice in outsider art. Ha lavorato presso laboratori creativi all'interno di strutture psichiatriche e collaborato con istituzioni museali seguendo progetti legati alla disabilità. Ha pubblicato articoli per la rivista Osservatorio Outsider Art e saggi in cataloghi di mostre. Nel 2017 ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Beni Storico-Artistici all’Università di Bologna. Vive tra Roma e le Marche.

TAG: