Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Informati per partecipare Patti di collaborazione beni comuni urbani

Patti di collaborazione - Beni comuni urbani

Vuoi prenderti cura di un bene della tua città? Scopri come.

 

Beni comuni



Sono beni comuni i beni materiali, immateriali e digitali, che i cittadini e l'Amministrazione riconoscono essere funzionali all'esercizio dei diritti fondamentali della persona, al benessere individuale e collettivo, all'interesse delle generazioni future. Cittadini e Amministrazione si attivano di conseguenza nei loro confronti per garantirne e migliorarne la fruizione collettiva e condividere la responsabilità della loro cura, gestione condivisa o rigenerazione.

 

Regolamento



Il Comune di Macerata si è dotato di un regolamento che semplifica e promuove le forme di collaborazione nella gestione dei beni comuni, sulla base del principio di sussidiarietà sancito dall'art. 118 della Costituzione: "Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l'autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà".

Anche lo Statuto comunale  "riconosce la possibilità  per  i  cittadini  di  concorrere  direttamente all'amministrazione  della  città,  anche  attraverso  attività  esercitate  dalla  autonoma  iniziativa  dei cittadini  e  delle  loro  formazioni  sociali".


Cosa puoi fare



Il Comune di Macerata promuove l'impegno di tutti per la cura e la gestione dei beni comuni (materiali, immateriali e digitali). 

Gli interventi sui beni comuni urbani previsti dal regolamento possono riguardare

  • la  cura  occasionale,  
  • la cura costante  e  continuativa, 
  • la  rigenerazione e gestione condivisa di spazi pubblici e edifici, di spazi privati a uso pubblico

 

La collaborazione tra cittadini e Amministrazione per la cura, la gestione condivisa e la rigenerazione dei beni comuni urbani può comprendere

  • disponibilità di beni mobili e immobili, materiali, immateriali e digitali
  • attività di progettazione, organizzazione, coordinamento, gestione, accompagnamento, animazione, aggregazione, assistenza, formazione, produzione culturale, realizzazione di eventi e iniziative, comunicazione, monitoraggio, valutazione
  • manutenzione, restauro, riqualificazione di beni mobili. 

 

Patti di collaborazione



Gli  interventi  di  cura  o  di  rigenerazione  proposti  dai  cittadini  e  coprogettati  con  il  Comune sono disciplinati  da  patti  di  collaborazione,  attraverso  i  quali  si  definisce  cosa  fare,  come  farlo  e  con quali  forme  di  sostegno. 

 

 Proposte di collaborazione



I cittadini attivi, singoli, associati o comunque riuniti in formazioni sociali, anche informali, anche di natura imprenditoriale, possono presentare la proposta al sindaco, per prendersi cura di un bene comune.

Gli interventi possono riguardare la realizzazione, manutenzione, restauro, riqualificazione di beni mobili e immobili. 

 

Forme di sostegno al cittadino



Contribuendo alla cura dei beni comuni il cittadino può beneficiare di agevolazioni tributarie quali riduzioni dei tributi comunali, che saranno individuate in sede di approvazione del progetto. 
Le agevolazioni non possono superare il 30% dell’importo annuo dovuto da ciascun beneficiario.


Approfondimenti

Regolamento

Delibera

Presentazione patti di collaborazione