Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Servizi Politiche di genere Giornata internazionale della donna

Giornata internazionale della donna

8 marzo

Una ricorrenza per non dimenticare

donne in fabbrica negli anni 50

L'origine della Giornata dedicata alle donne risale al 1908, quando un gruppo di operaie di una industria tessile di New York scioperò come forma di protesta contro le terribili condizioni in cui si trovava a lavorare.

Lo sciopero proseguì per diverse giornate ma l'8 marzo la proprietà dell'azienda bloccò tutte le uscite della fabbrica impedendo alle operaie di poter uscire. Un incendio che divampò all’interno di quei locali causò in tal modo la morte delle 129 operaie, tra cui anche molte lavoratrici italiane. Donne che cercavano semplicemente di migliorare la propria qualità di vita.

Per questo l' 8 Marzo non è una “festa” ma piuttosto una ricorrenza internazionale per ricordare i sacrifici, le difficoltà, gli abusi che le donne hanno subìto nel corso dei secoli per riuscire ad affermare dignità, libertà ed emancipazione.

 

Il comune al femminile

Alcuni dati relativi alle donne che ricoprono cariche istituzionionali e alle dipendenti del Comune

Gli organi istituzionali

Tre gli assessori donna della Giunta Carancini: Irene Manzi (vice sindaco e assessore alla Cultura e ai Beni culturali); Federica Curzi (Partecipazione, Politiche giovanili, Pari opportunità); Stefania Monteverde (Politiche sociali, Servizi scolastici, Beni culturali e Comunicazione).

Quattro le consigliere comunali in carica: Gabriella Ciarlantini (Verdi per Macerata); Francesca D'Alessandro (Macerata è nel cuore); Anna Menghi (Comitato Anna Menghi); Deborah Pantana (Pdl)

Il personale dipendente

I numeri: le dipendenti di ruolo del Comune di Macerata sono in totale 163, pari al 50,3% del totale (161 sono gli uomini). Tre ricoprono il ruolo di dirigente: Brunetta Formica, Roberta Pallonari, Alessandra Sfrappini.

Anzianità di servizio: undici le dipendenti con più di 30 anni di servizio (assunte in ruolo dal 1975 al 1981): Angela Bonfigli, Franca Moretti, Flavia Piancatelli, Gabriella Pigliapoco, Vania Maorelli, Anna Pisani, Silvia Bianco, Paola Palazzini, Paola Monti, Patrizia Mari, Rossella Pucci. Tre le ultime assunte in ruolo (dicembre 2010): Moira Spaccapaniccia, Maria Pia Marrocchella, Rossana Amadio. Le qualifiche: tra le 163 dipendenti, tre sono le dirigenti, 23 le cuoche (5 con contratto part time), 13 l'aiuto cuoco (10 con contratto part time), 5 sono le assistenti sociali, 14 le educatrici degli asili nido, 8 le dipendenti del Corpo dei vigili urbani, una centralinista, un messo notificatore, un funzionario sociologo e sei terminaliste. Il resto delle dipendenti ricopre ruoli amministrativi, contabili, di collaborazione professionale ed esecutivi. I titoli di studio: 48 sono le dipendenti laureate, 62 hanno un diploma quinquennale mentre le altre possiedono un diploma triennale o la licenza di scuola media.

Le dipendenti e l'anagrafe: Maria Rita Pagnanelli, 63 anni, è la dipendente più anziana. Diletta Agasucci, 24 anni, è la più giovane dipendente del Comune di Macerata. Sul totale di 163, 11 dipendenti hanno meno di 30 anni, 36 sono nella fascia d'età da 31 a 40 anni, 48 quelle da 41 a 50 anni e 68 le dipendenti comunali con più di 50 anni

La città delle donne

Alcuni dati relativi alle donne maceratesi. Rilevazioni al mese di febbraio 2012.

Sono 22.744 le donne residenti a Macerata pari al 52,70 % della popolazione totale che è composta da 43.157 abitanti (rilevazione a fine mese febbraio).

La maceratese più anziana è Maria Sebastiani che il prossimo giugno compirà 105 anni. Nel corso del 2012 altre due nonnine compiranno 104 anni, una 103, altre due 102 anni e ancora una coppia di due centenarie spegnerà ben 101 candeline (quest'ultime insieme all’unico uomo maceratese nato nel 1911).

Sei sono invece le residenti nate 1912 che compiranno 100 anni durante l’anno in corso. Al loro fianco anche tre nonnini che si apprestano con loro a tagliare il traguardo del secolo di vita.

 

La maceratese più giovane è una bambina nata il 29 febbraio 2012. Insieme a lei, altri 26 residenti festeggiano il compleanno in questo giorno che torna solo ogni quattro anni, con l'anno bisestile. Si tratta di 11 uomini e 15 donne.

 

La maggiore età:  sono 176 le ragazze residenti a Macerata che, nate nel 1994, compiranno quest'anno i 18 anni di età.

 

I nomi femminili più diffusi in città sono Maria, Francesca, Paola, Laura, Giulia e Anna.

 

I cognomi più diffusi sono invece Moretti, Giustozzi, Gentili, Angeletti,  Monachesi, Principi.

 
                 
                      
UNO SPORTELLO AL SERVIZIO DELLE DONNE 
Lo sportello informadonna nato nel 2007 su iniziativa dell'Assessorato ai Diritti e alle Pari opportunità del Comune offre:
- informazioni e orientamento su lavoro, imprenditoria, servizi, tempo libero, iniziative sociali, culturali e di formazione.
consulenza legale e psicologica gratuita grazie alla collaborazione del Comitato Pari Opportunità dell' Ordine Forense di Macerata e dell' Anmil.
 
 

Informazioni

Sportello Informadonna

Piazza Vittorio Veneto n.2 - 62100 Mc

Telefono: 0733 256379
Fax: 0733 256438
Email: 
Web: web Informadonna

 
Navigation Extended