Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Territorio e Ambiente Edilizia privata ( SUE) Interventi su edifici esistenti Comunicazione attività edilizia libera (C.I.L.A.)

Comunicazione attività edilizia libera (C.I.L.A.)

Art. 6 D.P.R. 06.06.2001 N. 380

L'articolo del Testo Unico per l'Edilizia qui richiamato, è relativo alla procedura da utilizzare per i c.d. interventi edilizi di minore consistenza.

L'articolo dopo aver elencato al primo comma le opere che possono essere eseguite senza alcun titolo abilitativo  - sommariamente riconducibili a:

a) manutenzione ordinaria, ivi compresi la installazione, nel rispetto di determinate condizioni, delle pompe di calore;

b) alcune categorie degli interventi volti ad eliminare le barriere architettoniche;

c) opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo eseguite in aree esterne al centro edificato;

d) movimenti di terra strettamente pertinenti all'esercizio della attività agricola;

e) serre mobili stagionali.

Introduce al comma 2 gli interventi che possono essere eseguiti previa comunicazione dell'inizio dei lavori, sommariamente riconducibili a:

a) interventi di manutenzione straordinaria che non riguardano la parte strutturale dell’edificio;

b) opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee, da rimuovere entro novanta giorni;

c) opere di finitura degli spazi esterni ivi comprese alcune categorie di opere interrate;

d) pannelli solari, fotovoltaici, a servizio degli edifici da realizzare al di fuori dei Centri Storici;

e) aree ludiche e arredo delle aree pertinenziali degli edifici;

e-bis) modifiche interne su edifici adibiti ad esercio d’impresa (non debbono riguardare parti strutturali), o modifiche della destinazione d’uso dei locali adibiti a servizio d’impresa.

Contenuti

Il comma 1 specifica che debbono essere rispettate tutte le normative di settore, come ad esempio quelle antisismiche e quelle relative ai vincoli ambientali e monumentali degli immobili sottoposti a tutela.

Il comma 4 prevede che per gli interventi di manutenzione straordinaria e per quelli riguardanti immobili adibiti all’esercizio d’impresa la comunicazione di inzio lavori deve essere asseverata da un tecnico abilitato che attesta sotto la propria responsabilità, che i lavori sono conformi alle norme urbanistico-edilizie e a quelle di sicurezza così come meglio specificato dal comma; la comunicazione deve contenere i dati identificativi dell'impresa che eseguirà i lavori.

Presentazione

La comunicazione deve essere presentata utilizzando esclusivamente lo specifico modello predisposto dal Servizio Tecnico comunicazione "C.I.L. per interventi di edilizia libera” Mod. F001 o comunicazione "C.I.L.A. per interventi di edilizia libera" Mod. F002 disponibile su questo sito o presso il SUE o in alternativa tramite trasmissione telematica mediante PEC al seguente indirizzo:

Si avverte che la mancata comunicazione di inizio lavori ovvero la mancata comunicazione asseverata dell’inizio lavori comporta l'applicazione di una sanzione pecuniaria pari ad € 1.000,00, ridotta di due terzi se la comunicazione è spontaneamente effettuata durante l'esecuzione delle opere.

 

Dove

S.U.E. Sportello Unico per l'Edilizia

Servizio Servizi Tecnici

Piaggia della Torre, 8 (1° Piano) 

Tel. 0733 256341/256274 (Sportello) 
Tel. 0733 256275 (Funzionario Responsabile) 
Tel. 0733 256271 (Istruttore) 
Tel. 0733 256337 (Istruttore) 
Tel. 0733 256255 (Istruttore)

Quando 

Lunedì, mercoledì e venerdì    ore 9,30 - 13,00

 

Modelli



Fine lavori


 

Navigation Extended