Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Ambiente

Modifica della disciplina degli scarichi di acque reflue assimilate alle domestiche in pubblica fognatura (art.28 delle NTA del PTA della Regione MARCHE)

Riordino del quadro normativo operato dalla Deliberazione della Giunta Regionale N.1196 del 16/10/2017 pubblicata sul BUR del 30/10/2017 e successiva DGR N. 1278 del 30/10/2017 con il quale è stato modificato l’art. 28 delle Norme Tecniche di Attuazione (NTA) del Piano di Tutela delle Acque approvato con DAALR 145/2010 (PTA) recante “Norme sulle acque reflue assimilate alle domestiche”.

D.G.R  n° 1278 del 30/10/2017

La novità più importante riguarda gli scarichi di acque reflue assimilate alle domestiche in pubblica fognatura, infatti in alcuni casi non è più obbligatorio, ma è facoltà dell’impresa, richiedere l’autorizzazione unica ambientale (AUA) ai sensi del DPR 59/2013.

In relazione alla modifica dell'art 28 delle NTA ed in adempimento al DPR 59/13 art. 3 comma 3, è fatta salva la facoltà del gestore di avvalersi dell'AUA nel caso in cui l'attività volta presso lo stabilimento produca esclusivamente uno scarico di reflui assimilati ai domestici recapitanti in pubblica fognatura, fermo restando l'obbligo di presentare una comunicazione alle autorità competenti per il tramite del SUAP.

La comunicazione presentata allo SUAP ai sensi del DPR 160/2010, va' resa sotto forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà e nel rispetto dei regolamenti del SII approvati dagli EGATO;

La presentazione della dichiarazione sostitutiva per le acque assimilate alle domestiche, deve avvenire per il tramite dello SUAP il quale penserà ad inviare la dichiarazione al Gestore del Sistema Idrico Integrato SII (per il Comune di Macerata il gestore è l'APM).

Si richiama altresì il Decreto del Dirigente della P.F TUTELA DELLE ACQUE E TUTELA DEL TERRITORIO DI ANCONA N.18 del 02/02/2018 di “approvazione del modello per la comunicazione della dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà previsto alla lett. b) comma 1 art.28 delle Norme Tecniche d’Attuazione del PTA (DAALR 26/01/2010 n.145), per lo scarico di acque reflue assimilate alle domestiche in pubblica fognatura”.

Si evidenzia pertanto che, in seguito alla modifica dell’art.28 delle NTA di cui alla predetta DGRM N.1278 del 30/10/2017, per l’attivazione di nuovi scarichi di acque reflue assimilate alle domestiche in pubblica fognatura non è più obbligatoria la richiesta di autorizzazione unica ambientale (AUA) ai sensi del DPR 59/2013, a condizione che la dichiarazione sostitutiva sia trasmessa al SUAP competente per territorio e che siano rispettati i criteri di assimilabilità stabiliti con lo stesso art.28 delle NTA.

Si reputa pertanto necessario, ai fini dell’applicazione dell’art.28, comma 1, lett. b, delle NTA, l’utilizzo del MODELLO APPROVATO dalla Regione Marche, che deve essere trasmesso esclusivamente al SUAP competente per territorio.

Modello comunicazione assimilate alle domestiche

Nulla cambia per gli scarichi delle acque reflue assimilate alle domestiche al di fuori della pubblica fognatura che comunque devono essere autorizzati ai sensi dell'art.124, comma 1, del decreto legislativo 152/2006 e del DPR 59/2013.

____________________________________________________________________________________________________

Autorizzazione Unica Ambientale

Richiesta parere preventivo schema fognario APM

Modulistica                                                                  

Normativa                  
Modello richiesta parere schema fognario Norme di Tutela Ambientale della Regione Marche - Sez. D

Valutazione di Impatto Ambientale

Navigation Extended