Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Notizie 2015 Il cordoglio dell’Amministrazione e del sindaco Carancini per la morte di Dante Cecchi

Il cordoglio dell’Amministrazione e del sindaco Carancini per la morte di Dante Cecchi

Ricoprì la carica di assessore e consigliere comunale dal dopoguerra fino al 1970 quale rappresentante della Dc.
22 luglio 2015

Il sindaco Romano Carancini e l’Amministrazione comunale, anche a nome di tutta la città, hanno espresso ai familiari profondo cordoglio per la  morte  di Dante Cecchi avvenuta oggi all’età di 94 anni.

  “Ricordandone l’alto profilo culturale ­- si legge nel testo del telegramma a firma del sindaco Carancini - la dedizione e il forte senso del dovere che hanno caratterizzato il suo costante impegno a servizio delle istituzioni, esprimo il profondo cordoglio della città di Macerata e partecipo al dolore della famiglia per la scomparsa del caro padre Dante Cecchi”.

  Dante Cecchi, uomo di cultura letteraria e politica, ha ricoperto la carica di assessore e consigliere del Comune di Macerata dal dopoguerra al 1970 quale rappresentante della Dc, è stato presidente della Carima e uno dei padri dell’Accademia dei Catenati nel dopoguerra e docente di Storia della Pubblica Amministrazione e di Diritto Comune all’Università di Macerata negli anni 70.

  Cecchi, inoltre, fu proclamato dall’Accademia dei Lincei il vincitore del premio del Ministero della Pubblica Istruzione per le scienze giuridiche per l’anno 1969 mentre nel 1980 fu insignito dal Presidente della Repubblica della medaglia d’oro per i Benemeriti della cultura e dell’arte.

  E’ stato inoltre oltre autore di pubblicazioni sul Medioevo, statuti comunali, periodo napoleonico e  restaurazioni in  Italia e tradizioni delle Marche oltre che di teatro dialettale, di prestigiose monografie sulla città e il suo territorio.

  Cecchi ricoprì anche la carica di vice presidente della Deputazione Storia Patria delle Marche e fu membro di varie istituzioni culturali italiane e  straniere. (lb)