Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Notizie 2015 In arrivo il Fondo comunale anticrisi 2016

In arrivo il Fondo comunale anticrisi 2016

#lavoroincorso stanzia 90 mila euro per 60 borse lavoro.
16 dicembre 2015

 #lavoroincorso è il nuovo Fondo comunale anticrisi istituito dall’Amministrazione comunale di Macerata per il 2016 destinato ad azioni di sostegno al reddito dei nuclei familiari che a seguito della crisi economica hanno perso il lavoro.

  Il progetto, presentato oggi in Comune dall’assessore ai Servizi sociali, Marika Marcolini,  prevede uno stanziamento di 90.000 euro  attraverso l’attivazione di almeno 60 borse lavoro – e non più contributi una tantum -  della durata di tre mesi, nei servizi comunali, aziende, soggetti del Terzo settore con la presenza del borsista nel luogo di lavoro per 20 ore settimanali e con un rimborso spese di 500 euro mensili con i conti Inail a carico del Comune.

  Il progetto prevede una compartecipazione delle aziende al rimborso per 165 euro mensili per un totale di 495 euro per l’intero periodo.

  “Gli obiettivi alla base di #lavoroincorso – ha affermato la Marcolini -  sono, oltre a quello di sostenere il reddito delle famiglie in difficoltà, di rafforzare il senso di appartenenza alla comunità, rendere disponibili risorse lavoro alla collettività, offrire servizi al territorio e dare la possibilità a chi si trova in difficoltà di reinserirsi nel mondo del lavoro. Si tratta della prosecuzione di un percorso già avviato dalle Amministrazioni precedenti ma a differenza di qualche anno fa, quando venivano erogati contributi a pioggia, oggi il fondo è legato a progetti lavorativi. La maggior parte delle richieste che arrivano nei nostri uffici – nel 2.014 sono state complessivamente 4.100  mentre per questo anno, fino alle fine di novembre erano già 4.000 -   ora riguardano, nella maggior parte, proprio la necessità di impiego”.  

  Beneficiari - L’iniziativa si rivolge ai cittadini che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e che si trovino in situazione di difficoltà a seguito della crisi economica da data non antecedente il 1° gennaio 2014., nello specifico:

a)      disoccupati per licenziamento da parte dell’azienda o per dimissioni per giusta causa;

b)     disoccupati per mancato rinnovo del contratto di lavoro a tempo determinato ed aver lavorato per almeno 3 mesi con uno o più contratti anche non continuativi precedentemente alla data di disoccupazione.

c)      cassaintegrati;

d)     iscritti alle liste di mobilità;

e)      essere stati lavoratori autonomi, aver cessato l’attività e essersi iscritti al CIOF entro i due mesi precedenti la data di pubblicazione dell’avviso.

 

  Requisiti - I destinatari dovranno essere in possesso di una certificazione ISEE, calcolata secondo le nuove disposizioni,  inferiore o uguale a 25.000,00 euro.

Le domande potranno essere presentate appena verrà pubblicato il bando e questo avverrà non prima del 15 gennaio.

  Il Fondo anticrisi in  numeri -  Dal 2009 ad oggi  i fondi comunali anticrisi stanziati hanno raggiunto quota 512.500,00 euro e  ne hanno beneficiato in totale 1.137 persone. Nello specifico nel 2009 il fondo era stato di 60.000 euro per 183 beneficiari, nel 2010 120.000,00 euro per 110 persone, nel 2012 135.000,00 euro per 564,  nel 2013 100.000,00 euro per 170 e infine a cavallo tra il 2014 e il 2015 97.500,00 euro per 98 persone.  (lb)

TAG: