Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Notizie 2015 Vola la raccolta differenziata, per il futuro diminuzione della Tari

Vola la raccolta differenziata, per il futuro diminuzione della Tari

Raggiunto il 77,12%. Il sindaco: "Grazie ai cittadini che hanno consentito alla città di arrivare fino a qui"
30 gennaio 2015

  Storia di un successo. E’ quella della raccolta differenziata che, grazie al porta a porta, ha portato Macerata, da marzo a dicembre2014, a raggiungere una percentuale del 77,12  facendole conquistare il secondo posto tra tutti i capoluoghi di provincia italiani, davanti ha solo Pordenone con l’81,1% .

  Questo importante risultato, frutto di scelte ben precise e buone pratiche attuate, e tutto quello che ne consegue sia in campo ambientale che economico – finanziario, questa mattina  è stato al centro di una conferenza stampa che ha visto in prima linea il sindaco Romano Carancini, l’assessore al Bilancio e alle Società Partecipate, Marco Blunno e quello all’Ambiente, Enzo Valentini.

 “Non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini. Abbiamo solo bisogno di gente più onesta”. Questa volta  il primo cittadino ha preso a spunto le parole di Benedetto Croce come base di partenza per sottolineare il forte impegno e il tenace lavoro di assessori e uffici, grazie ai quali oggi Macerata può parlare di “un dato che ha un sapore particolare, che risponde in maniera completa e coerente alla scelta fatta per entrare nel Cosmari”.  Ma il grazie del sindaco va anche e soprattutto ai cittadini “che con la condivisione del nostro obiettivo – ha detto – hanno consentito alla città di arrivare fin qui”.

   “Non ci piace fermarci - ha proseguito  - perché ci sono margini di miglioramento” e, riferendosi a quell’1% di maceratesi che ancora fatica a stare nelle regole e non conferisce i rifiuti in maniera adeguata, ha annunciato che nei prossimi mesi verranno effettuati controlli più serrati rispetto ad oggi -  nel secondo semestre del 2014 le multe elevate sono state 55 – soprattutto in alcune zone della città già monitorate.

  “Uno sguardo  indietro - ha proseguito il sindaco - per comprendere meglio dove siamo oggi” e partendo dal 2010, ovvero da quando l’Amministrazione Carancini ha preso in mano il  governo della città  “la raccolta differenziata, attestata al 36%, era senza identità, senza un disciplinare, esisteva un conflitto amministrativo tra il Comune di Macerata e Cosmari, l’inceneritore era attivo”.

  Oggi lo scenario è di tutt’altro genere: “Macerata - ha detto Carancini  riferendosi al Cosmari -  è tornata ad essere il cuore di un rapporto con gli altri Comuni del territorio, con una dignità forte e con un rapporto politico sano che, insieme alla chiusura dell’impianto di incenerimento e i risultati ottenuti, diventa è il sogno di un percorso”.

  E tutto questo avrà anche degli effetti in un futuro che non è poi così lontano: “Se avremo l’impegno di approvare il bilancio entro marzo, nel 2015 ci sarà una significativa riduzione della Tari che adesso non possiamo quantificare se non in maniera assoluta alla luce del risparmio che in proiezione abbiamo valutato tra i 600 e i 700.000,00 euro”.

  Riguardo al futuro “chi verrà dopo di noi  - ha detto Carancini sottolineando che l’attuale Amministrazione ha guardato ai cittadini dando sulla questione ambientale una risposta chiara attraverso fatti concreti e impegno -  si troverà davanti un’autostrada e non dovrà fare altro che proseguire a velocità di crociera  nel rispetto delle buone pratiche amministrative. Se invece ci saremo ancora noi, vorremmo fare un ulteriore passo in avanti e adottare una tariffa puntuale perché le condizioni strutturali ci sono: ogni persona pagherà a seconda dei rifiuti che produrrà”.

  Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore Blunno il quale, ripercorrendo le tappe che hanno portato ai risultati attuali, già disegnate dal sindaco, ha espresso soddisfazione “perché riusciamo a documentare buone performance sui quantitativi di indifferenziato” che è passato dalle 12.000 tonnellate del 2010 alle 6.000 del 2014 e che, grazie ad una proiezione calcolata sulla base degli ultimi dati dell’anno appena trascorso, nel 2015 potrebbero diventare 4.000.

  “Abbiano dei principi normativi da rispettare – ha proseguito Blunno – ma per quanto riguarda la copertura integrale del servizio rifiuti, siamo vicini al 100%. Prima, con la Tarsu, non si raggiungeva il 70% e per questo in passato ci sono stati aumenti.  La copertura del 100% solo in parte dipende dallo smaltimento e della raccolta differenziata, ci sono infatti anche l’igiene urbana, lo spazzamento delle strade, la raccolta dei rifiuti, il trasporto. Insomma costi fissi che pesano i 4/5 del totale della Tari, è il 20% circa, che rappresenta lo smaltimento ovvero la tappa finale. Tuttavia, nel 2014, rispetto al 2013, economie ci sono state alla voce smaltimento e si attestano intorno ai 500.000,00 euro. Nel 2015 i risparmi sono tutti per noi, perché aumentando la raccolta differenziata diminuisce il costo dello smaltimento dell’indifferenziato. Il risparmio sarà di circa 600.000,00 euro  e questo ci consentirà di diminuire la Tari. Coprendo oggi il 100%  recuperiamo quella parte di costo, liberiamo risorse per altri servizi. Indubbiamente è un elemento di virtuosità”.

  A concludere la conferenza stampa è stato l’assessore all’Ambiente Enzo Valentini che dopo aver ricordato la riduzione di 1/3 di produzione dell’indifferenziato e quindi del minore peso in discarica, per quanto riguarda l’igiene urbana, ha detto nel piano Cosmari sono state inserire anche le nuove lottizzazioni di Macerata: “in questo modo finalmente tutto il territorio urbanizzato è stato coperto dal servizio. Per quanto riguarda la tariffazione regolare, ci si arriva sensibilizzando i cittadini sul tema della raccolta differenziata. In questo senso si stanno facendo

i primi passi con il microchip e avere un gestore unico è importante. Si parte in maniera sperimentale da un comune piccolo per poi esportare il metodo in quelli più grandi”.

  Valentini ha infine anticipato alcune novità in fatto di servizi ai cittadini “Da aprile, nelle tre frazioni, apriremo, grazie ai volontari del servizio civile, tre punti di distribuzione dei sacchetti per la raccolta differenziata. Nel frattempo, dal prossimo 9 febbraio fino alla fine di marzo per ritirarli ci si può rivolgere, oltre naturalmente all’Informambiente di largo Bastianelli,  alle isole ecologiche  e al camper che dal lunedì al sabato sarà presente mezza giornata a Piediripa e Villa Potenza e una giornata a Sforzacosta. Intanto è partita anche la consegna dei calendari stampati in 25.000 copie. In questi giorni – ha concluso Valentini – stiamo installando nel centro storico 20 posaceneri acquistati grazie al premio vinto alle Cartoniadi e questo significa un servizio a costi zero”. (lb)

TAG: