Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Notizie 2016 Inaugurata la fiera dell’editoria Marche Libri, 50 le case editrici presenti

Inaugurata la fiera dell’editoria Marche Libri, 50 le case editrici presenti

All'auditorium san Paolo fino all'8 maggio.
06 maggio 2016

Taglio del nastro oggi pomeriggio all’auditorium san Paolo per la fiera dell'editoria Marche Libri  organizzata nell’ambito della Festa del Libro Macerata Racconta.

  Unica nel suo genere nel territorio marchigiano, Marche Libri si conferma uno spazio in cui trovare le migliori produzioni editoriali dell’intera regione e non solo visto che al suo interno saranno ospitati anche alcuni importanti editori provenienti da altre regioni italiane.

  Unica nel suo genere nel territorio marchigiano, Marche Libri si conferma uno spazio in cui trovare le migliori produzioni editoriali dell’intera regione e non solo, visto che al suo interno saranno ospitati anche alcuni editori provenienti da altre regioni italiane.

  Marche Libri rappresenta un appuntamento importante per la cultura e l’imprenditoria editoriale che presenta in questa quinta edizione circa 50 case editrici che espongono all’interno dell’auditorium San Paolo, sia direttamente con propri stand che rappresentate da altre case editrici o dalla libreria del festival gestita dall’associazione Libri in città.   

  “La Fiera dell’editoria – ha detto il sindaco Carancini subito dopo l’inaugurazione -  è uno degli attori principali del nostro panorama culturale in cui svolge il compito di collegamento e di crescita della collettività. Dare forza al libro oggi non è facile ma la presenza della squadra di istituzioni e  privati oggi qui testimoniano quanto il percorso intrapreso sia importante e cresciuto”.

   Presenti all’inaugurazione, oltre ai rappresentanti dell'associazione conTesto che hanno organizzato Macerata Racconta, anche l’onorevole Irene Manzi, il Rettore di UniMc Luigi Lacchè e Laura Capozucca dell’assessorato regionale alla Cutlra della Regione Marche e Stefania Monteverde, sindaco e assessore comunale alla Cultura. Quest’ultima ha ricordato come la fiera nasca da un grande disegno, frutto dell’esperienza maturata in campo editoriale: “Si tratta di un comparto industriale che ha bisogno di una legge regionale dell’editoria, di un sostegno istituzionale perché equivale appoggiare un progetto di crescita della società della cultura e delle persone”.

    Gli editori presenti alla fiera per partecipare non hanno pagato contributi e questo rende Marche Libri una fiera che nasce dal basso, da un progetto condiviso sia dagli organizzatori che dagli editori stessi i quali, nonostante le difficoltà generali, continuano a produrre e proporre libri di qualità.

  Le case editrici presenti alla Fiera Marche Libri, tutte indipendenti, sono Affinità Elettive , Altraeconomia  Andrea Livi Editore, Aras, Artemisia, Biblohaus, Bravi Controvento, Editoria Studi Superiori, Edizioni Simple,  Ephemeria, EUM, EV, Fara Editore,  Fratelli Frilli Editori, Giaconi Editore, Hacca, I luoghi della scrittura, Il Lavoro Editoriale, Ilari Editore, Infinito Edizioni, Italic Pequod, La Meraviglia, Le Ossa, Librati Edizioni, Lirici Greci, L’Officina, Metauro Edizioni, Montag  Pavia University Press,  Pisa University Press, Progetti Sonori, Quodlibet, Raffaello Editrice, Rivista Argo, Rrose Sélavy, Taschen Logos, Urbaniana University Press, UT, Ventura Edizioni, Vydia e Zefiro.

  La Fiera Marche libri rimarrà aperta fino all’8 maggio dalle10.30alle 13 e dalle 16 alle 20.

TAG: