Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Notizie 2016 Progetto Erasmus, prosegue lo scambio tra gli studenti dell’artistico Cantalamessa e i colleghi polacchi

Progetto Erasmus, prosegue lo scambio tra gli studenti dell’artistico Cantalamessa e i colleghi polacchi

Accolti dall'assessore Curzi.
11 ottobre 2016

Questa mattina, nella hall del Teatro Lauro Rossi, l’assessore alle Politiche giovanili, Federica Curzi, ha dato il benvenuto ad un gruppo di studenti polacchi da alcuni giorni a Macerata grazie al progetto Erasmus Arte e alta tecnologia tra Polonia e Italia.

  Lo scambio, che vede protagoniste le scuole d’arte Cantalamessa di Macerata e il Zespol Szkol Plastycznych di Czestokowa, è, in ordine di tempo, l’ultimo di una lunga serie di incontri che da 12 anni  a questa parte hanno legato, oltre alle due istituzioni, anche i docenti e gli studenti.

  “Macerata - ha detto la Curzi dando il benvenuto agli ospiti  - è una città che vuole essere sempre più europea e sempre più giovane. Senza l’istituzione scolastica, l’Unione Europea e l’intuizione lungimirante che hanno avuto i due insegnanti, che purtroppo non sono più tra noi, Ginal Zbigniew e Giovanni Soldini, promotori dello scambio, voi non potevate essere qui uniti nelle differenze”.

  Gli studenti polacchi, tutti tra i 17 e 18 anni, Wiktoria Morawska, Julia Winiarska, Justyna Suchanska, Kacper Zalogowski, Natalia Smyla, Mateusz Socha-Jakubowski, Adrianna Szczot, Martyna Jurkowska, e i loro docenti Beata Karmanska, Joanna Garasinska e Andrzej Piatkowski, in città dallo scorso 26 settembre  e che ripartiranno il 14 ottobre, stanno svolgendo uno stage nei laboratori di termoformatura, di ebanisteria e di stampa 3D con l' utilizzo  dei software del liceo artistico Cantalamessa. Nell'organizzazione del lavoro didattico sono seguiti, per quanto riguarda l'ambito progettuale dal professor Emenegildo Pannocchia e per l'accoglienza dalle professoresse Stefania Minnozzi e Alessandra Monteverde.

  All’incontro al Teatro Lauro Rossi hanno partecipato anche la moglie e la figlia del professor Soldini, Maria Pia e Anna, insieme da alcuni allievi del Cantalamessa che frequentano le sezioni multimediale,  architettura e arredamento che hanno collaborato al progetto e per fare un reportage sull’iniziativa di questa mattina.

  In passato, nell’ambito di questa esperienza didattica ed educativa, anche alcune classi del Liceo artistico Cantalamessa hanno avuto l'opportunità di essere ospiti della scuola di Czestokowa, e questo ha consentito di creare forti legami di amicizia e di stima.

  A tutti i presenti l’assessore Curzi ha fatto omaggio della spilletta raffigurante lo stemma della città di Macerata.

TAG: ,