Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Notizie 2016 Torna la rassegna nazionale "Città in danza" targata Uisp

Torna la rassegna nazionale "Città in danza" targata Uisp

Nel weekend sul palco del Teatro Lauro Rossi 500 ballerini.
21 gennaio 2016

  Per il secondo anno consecutivo i prossimi 23 (ore 21) e 24 gennaio (ore 17) il Teatro Lauro Rossi accoglierà  Città in danza, manifestazione che rientra in un circuito di rassegne nazionali che si svolgono durante l'anno accademico in tutta Italia.

  La manifestazione è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa alla presenza dell’assessore alla Cultura, Stefania Monteverde, del presidente  Uisp – Comitato provinciale di Macerata, Tobia De Felice, e del direttore artistico Chiara Bisio.

“A Macerata la danza deve molto alle tante scuole che ogni giorno fanno crescere i nostri ragazzi e ragazze nella cultura della danza in un processo di formazione ed educazione che aiuta a crescere bene – ha detto l’assessore alla Cultura, Stefania Monteverde -. Gli appuntamenti a teatro come la rassegna Città in danza, raccontano di questo grande lavoro quotidiano di cui siamo molto grati. Inoltre, grazie alla rassegna la presenza nel prossimo weekend di circa 500 persone in città, rappresenta per Macerata un indotto degno di nota. La dimensione economica si lega ancora una volta a quella culturale con una ricaduta importante per la nostra città accogliente anche in termini finanziari”.

  “Dopo il successo dello scorso anno - afferma Chiara Bisio, direttore artistico della manifestazione maceratese - abbiamo pensato di suddividere la rassegna in due giornate per dare più spazio alle categorie. Per cui sabato 23 si esibiranno gli adulti, mentre domenica 24 i ragazzi ed i bambini. Abbiamo affiancato al giudice della Lega danza nazionale Uisp due giudici d'eccezione: il 23 sarà nostro ospite Cristian Ruiz artista di grande livello, miglior performer di musical nel 2013 con un curriculum d'eccezione che aprirà lo spettacolo con una sua performance. Domenica 24 sarà la volta della ballerina professionista Annarosa Petri, specializzata in danza moderna e hip-hop che vanta anche lei un curriculum di tutto rispetto e che ultimamente è ancor più sulla cresta dell'onda per essere, insieme all'etoile mondiale Raffaele Paganini, la co-creatice del metodo di allenamenti fitness WELLDANCE”.

  L'ideazione e il regolamento della rassegna  è affidato alla Lega Nazionale Danza Uisp, ma la manifestazione è aperta sia a scuole di danza affiliate alla Uisp che ad altri enti di promozione sportiva o associazioni culturali.

  “Tutte le iniziative targate Uisp – ha detto De Felice – sono  basate sul principio dello sport per tutti, sullo sport sociale. La rassegna Danza in città rispecchia questi obiettivi e diventa un momento importante di confronto  in cui condividere la passione per  la danza. Il nostro sogno, come ho avuto già avuto occasione di dire los corso anno, è quello di poter organizzare la manifestazione finale allo Sferisterio, sarebbe bello poter portare migliaia di persone in un luogo naturale non solo per la lirica ma anche per la danza”.

  Le scuole partecipanti possono proporre i diversi stili di danza: classica, moderna, jazz, hip -hop, danze etniche e musical, inoltre c'è una suddivisione delle categorie in base alle fasce di età:  bambini fino a 9 anni di età, junior dai 10 - 12 anni, ragazzi 13 - 16 anni, adulti dai 17 anni.

  La direzione nazionale invierà uno o più giudici a valutare le esibizioni e scegliere gli allievi più meritevoli cui assegnare delle borse di studio per gli stage estivi che vengono promossi ogni anno dall’organizzazione stessa. Inoltre, i giudici sceglieranno le migliori coreografie che potranno essere proposte nuovamente alla rassegna finale che di solito si svolge nel mese di luglio e che vede sui prestigiosi palchi le migliori scuole di tutta Italia.

  I giudici Cristian Ruiz ed Annarosa Petri assegneranno il premio Città di Macerata  alla scuola che li avrà maggiormente colpiti.

 Un'altra novità di questa edizione è la possibilità di ricevere ulteriori borse di studio messe a disposizione da Carmine Landi e dal suo famoso evento estivo Salerno danza D'amare che ha dato alla manifestazione la possibilità di offrire agli allievi due borse di studio per gli assoli e per i gruppi, divisi anche questi in base alle categorie.

  Lo scorso anno a Città Danza hanno partecipato 22 scuole, 300 danzatori con 34 coreografie di genere e stili diversi e ne sono state selezionate 12, mentre è stata assegnata una borsa di studio alla scuola Cantiere Danzarte di Tolentino. Per l’edizione 2016 le scuole iscritte in totale sono 32,  19 per sabato 23 gennaio  e 13 per domenica 24 gennaio per un totale di 500 ballerini.

Il costo del biglietto, a ingresso unico, è di 8 euro.

TAG: