Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Notizie 2018 8 marzo, incontro sull’immagine della donna tra finzione e realtà

8 marzo, incontro sull’immagine della donna tra finzione e realtà

Protagoniste Eleonora Caruso e Valentina Capecci.
06 marzo 2018

Visioni di donne. La realtà supera la fantasia? è il titolo dell’incontro a più voci intorno  all’immagine della donna tra cultura, letteratura e fiction che si svolgerà l’8 marzo alla Galleria degli Antichi forni, alle ore 16, nell’ambito delle iniziative organizzate dall’assessorato alle Pari opportunità del Comune di Macerata,  in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati e il Comitato Pari opportunità dello stesso Ordine, in occasione della Giornata internazionale della donna.

  Si tratta di un appuntamento con due donne particolari, la scrittrice Eleonora C. Caruso e Valentina Capecci , sceneggiatrice e scrittrice, che dialogheranno insieme a Cinzia Maroni, presidente del Comitato Pari opportunità dell’Ordine degli avvocati, sul tema dell’immagine della donna tra finzione e realtà.

  Dopo i saluti del sindaco Romano Carancini e della presidente dell’Ordine degli avvocati Maria Cristina Ottavianoni è previsto l’intervento dell’assessore alle Pari opportunità  Federica Curzi.

  Eleonora Caruso parlerà sul tema delle brave mogli -  titolo italiano del legal drama “The good wife” -  e combattenti nelle fiction americane, mentre Valentina Capecci si concentrerà sul rapporto tra spettatrici e protagoniste nelle serie tv, soprattutto italiane).

Eleonora Caruso che ha iniziato a scrivere fanfiction nel 2001 con il nickname Caska Langley (da cui la C. sul cognome) ha già pubblicato Comunque vada non importa con Indiana Editore, un libro acclamato dalla critica, per la  capacità di affrontare in maniera originale e con un linguaggio nuovo i difficili passaggi dell’adolescenza. E’ esperta di fiction americane e di manga giapponesi e la grande dimestichezza con il linguaggio televisivo e cinematografico entra prepotentemente nel suo modo di scrivere e raccontare. Scrive sulla rivista Freeda, dedicata alle ragazze tra i 18 e i 34 anni.

  Nell’appuntamento di giovedì affronterà i temi proposti da fiction non ancora visibili al pubblico italiano, tutte al femminile, una che tratta di donne che combattono, un’altra che vede le donne protagoniste di un musical, passando anche per i legal drama.

  Valentina Capecci sceneggiatrice di molte fiction italiane oltre che di film, autrice di teatro e scrittrice, parlerà invece del rapporto tra le donne spettatrici e le fiction non solo italiane che passano sul piccolo schermo, da un lato per analizzare le differenze tra la fiction italiana e quella americana e dall’altro per evidenziare le differenti prospettive con cui sono recepite dal pubblico femminile italiano le serie televisive.

  La televisione e le fiction sono lo specchio della realtà o la influenzano?  E se si in quale modo?

  L’immagine della donna fornita dalla televisione è ancora piena di stereotipi o recepisce i cambiamenti?  Queste le domande a cui si cercherà di rispondere. L’ionocnttro di giovedì sarà anche l’occasione per parlare di molestie nel mondo dello spettacolo senza moralismi e senza gogne mediatiche.  Ci saranno video e letture.

Si finirà con un buffet realizzato dalle ”ragazze” de Il Contadino, un’impresa tutta la femminile.