Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Notizie 2018 Cordoglio dell’Amministrazione per la morte di Enza Vanni moglie del partigiano Primo Boarelli

Cordoglio dell’Amministrazione per la morte di Enza Vanni moglie del partigiano Primo Boarelli

Ha favorito l'istituzione del "Premio Primo Boarelli".
05 dicembre 2018

Cordoglio e vicinanza dell’Amministrazione comunale di Macerata alla famiglia di Enza Vanni, moglie di Primo Boarelli, partigiano, sindacalista e uomo politico, venuta a mancare.

  Molto partecipe alla vita culturale della città di Macerata, fino all’ultimo ha voluto tenere vivo il ricordo dell’impegno civile e politico di suo marito, scomparso il 22 giugno del 2012. Insieme  al Comune di Macerata, Anpi, Anmig, Cgil, Istituto storico della Resistenza e alla famiglia Boarelli ha favorito l’istituzione del “Premio Primo Boarelli” che ogni anno viene assegnato sotto borsa di studio per finanziare una ricerca inedita dedicata alla storia delle Marche e che premia i giovani impegnati nella memoria storica.

  “Ci lascia un compito, continuare a studiare per rafforzare la memoria della Resistenza al nazifascismo come patrimonio etico di tutti da cui è nata la Costituzione italiana. È l’eredità che ci lascia la generazione di Enza e Primo”, il ricordo dell’assessore alla cultura Stefania Monteverde.

    Enza Vanni ha sempre lavorato per onorare la figura di suo marito, Primo Boarelli partigiano che ha lasciato un segno nella storia della città. Uno dei suoi più grandi impegni è stato quello di aprire l’Anpi ai giovani per raccontare la Resistenza a chi non l’ha conosciuta in modo mai retorico ma anzi sempre combattivo e attuale.

TAG: