Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Notizie 2018 Il turismo riparte da MaMa: mappe, guide, formazione e la “Mama Box”

Il turismo riparte da MaMa: mappe, guide, formazione e la “Mama Box”

Presentati agli amministratori del territorio i progetti targati Expirit e Elios vincitori della selezione curata dal Comune di Macerata per la realizzazione di un sistema integrato dell’accoglienza e della promozione nel nostro territorio
07 dicembre 2018

Foto di gruppo per gli amministratori del Mama

Qualificazione dell’accoglienza turistica: via ai progetti per i Comuni di Mama-Marca Maceratese. Le due proposte vincitrici della selezione curata dagli Uffici del Comune di Macerata (soggetto attuatore della LR 29/2017 “sulla qualificazione e la valorizzazione dell’accoglienza turistica nei territori delle Province colpite dal sisma”) sono state presentate agli amministratori e ai rappresentati dei Comuni della provincia  in un incontro alla Biblioteca Mozzi Borgetti di Macerata. Giacomo Andreani della start up maceratese Expirit e Chiara Ercoli dell’impresa Elios di Camerino hanno illustrato le rispettive proposte di un sistema integrato per la gestione dei servizi di accoglienza turistica e di mappatura degli itinerari per la valorizzazione del territorio agli amministratori del territorio intervenuti all’incontro.

È una grande soddisfazione vedere concretizzarsi un progetto di territorio così semplice ma mai fatto prima – ha sottolineato con entusiasmo il vice sindaco e assessore alla Cultura e al Turismo e coordinatrice della Rete Mama Stefania Monteverde - Abbiamo cominciato in pochi comuni, proprio il 30 novembre 2016, un mese esatto dal sisma per reagire alla grave crisi. Oggi due anni dopo, proprio il 30 novembre, siamo in 49 comuni del territorio, praticamente quasi tutti. Parliamo della Marca Maceratese come luogo di destinazione turistica, stiamo costruendo gli strumenti per portarla nel mondo. Un processo di partecipazione dal basso che va premiato come modello di buona amministrazione da parte di tutti questi Comuni che invece di isolarsi si sono messi insieme. Adesso chiamiamo tutti gli operatori e le imprese del settore a fare la stessa cosa: mettiamoci insieme”.

Grande la soddisfazione dei Comuni della rete per la concretezza del progetto e l’utilità degli strumenti messi a disposizione dei Comuni e degli operatori.

“Destinazione MaMa è un progetto di sviluppo in termini quantitativi e qualitativi, dell’offerta di servizi per l’accoglienza turistica della Marca Maceratese – ha spiegato Chiara Ercoli di Elios - Il progetto concretizza una sinergia capace di coniugare le azioni che la Regione Marche sta attuando attraverso i cosidetti cluster (“bike”, “spiritualità” “made in Marche” ecc)  e di mettere a fattore comune quanto fatto da ogni ente locale a livello turistico. Inoltre creeremo una piattaforma di dialogo e di interesse per tutti gli operatori della filiera turistica (dalla ricettività, alle imprese, alle pro loco, ai tour operator incoming) che possono così trarre preziose opportunità di crescita e sviluppo, sia in termini di innovazione che di internazionalizzazione”.

Molte le azioni previste dall’azione combinata dei due progetti. Un ciclo di incontri formativi dedicati agli operatori che si svolgeranno, a partire da dicembre con tre tappe a Macerata, a Potenza Picena e a Camerino. Per quanto riguarda l’accoglienza verrà invece realizzata una mappa turistica del territorio provinciale in grado di offrire una visione, riconoscibile e segmentata per tipologia, e è anche il logo del brand MaMa. In ambito comunicazione e promozione verrà fatta una guida ufficiale di Destinazione MaMa contenente le principali informazioni turistiche sulla Marca Maceratese integrato ed integrabile da strumenti web.  Ad essa andrà ad affiancarsi un altro supporto cartaceo, il MaMa Box. “Riprendendo l’idea oggi molto diffusa delle Gift Box – ha spiegato Giacomo Andreani di Expirit - l’intenzione è quella di realizzare un prodotto che faccia pensare ad un regalo da vivere: il turista avrà così a disposizione, e in dono, una guida completa per organizzare la sua permanenza sul territorio, o un viaggio futuro, anche sulla base delle proprie preferenze esperienziali”.

Altro passo fondamentale sarà la realizzazione di un sito internet “dedicato alla presentazione emozionale delle esperienze – ha specificato Andreani - che si presenta come la concretizzazione degli itinerari del Mama Box. Gli utenti potranno infatti visionare nei dettagli le proposte offerte dagli operatori locali suggerite all’interno del cofanetto, suddivise a seconda dei sei temi che ricalcano i cluster regionali. Il sito conterrà anche una speciale sezione ‘Proponi la tua esperienza’ dove gli utenti, attraverso una procedura guidata, saranno incentivati a proporre la propria esperienza, che sarà poi rielaborata e proposta all’utente finale attraverso la tecnica dello human storytelling”.

La realizzazione degli output presentati permetterà di offrire strumenti a supporto di tutta la filiera turistica. “Non solo i viaggiatori – ha concluso Andreani - ma tutti gli operatori turistici potranno accedere a una quantità di informazioni e di prodotti turistici che potranno utilizzare ed integrare per rafforzare la propria di attività di incoming sul territorio”.

In questo mese i Comuni e gli operatori del settore contribuiranno a dare informazioni per la costruzione degli strumenti. A gennaio in un convegno saranno presentati tutti i prodotti e a febbraio la BIT di Milano sarà la prima vetrina per la promozione integrata del territorio della Marca Maceratese. Il primo appuntamento per tutti gli operatori del settore sarà invece a Macerata, lunedì 17 dicembre alle 16,45 nella sala riunioni della sede della Provincia in via velluti Piediripa. L’incontro è aperto a quanti vorranno partecipare. (cr)