Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Notizie 2019 “Scopri l’arte e mettila da parte”, nuovo progetto per i ragazzi disabili del centro "Ci sono anch'io"

“Scopri l’arte e mettila da parte”, nuovo progetto per i ragazzi disabili del centro "Ci sono anch'io"

L'assessore Marcolini: "Per favorire l'inclusione e promuovere la conoscenza del nostro patrimonio artistico".
12 aprile 2019

Un’esperienza didattica a carattere artistico – creativo - educativo per le persone con disabilità che frequentano il centro pomeridiano “Ci sono anch’io” allestito all’interno del Centro per Famiglie di viale Indipendenza.

  E’ “Scopri l’arte e mettila da parte! Viaggio multisensoriale con i musei della città alla scoperta del patrimonio”, un progetto dell’assessorato ai Servizi sociali del Comune di Macerata approvato recentemente dalla Giunta che sarà svolto in collaborazione con l’Ecomuseo Villa Ficana e i Musei Civici Buonaccorsi.

  “Il progetto è in linea con quanto stabilito nella Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità  - interviene l’assessore alle Politiche sociali Marika Marcolini - e nasce con lo scopo di favorire il più possibile  l’inclusione e la partecipazione delle persone con disabilità all’interno del contesto sociale, promuovendo nel contempo la conoscenza e la valorizzazione dell’immenso patrimonio artistico e culturale della nostra città”.

  Gli operatori e i volontari metteranno a disposizione degli utenti la loro esperienza dando supporto nei casi in cui la disabilità ostacoli la realizzazione o il completamento del prodotto finale, lasciando tuttavia la massima libertà di espressione. Gli utenti, che frequenteranno degli appositi laboratori, sono chiamati a esprimere le proprie potenzialità attraverso la sperimentazione delle varie tecniche artistiche e dei diversi linguaggi, riconoscendosi in quello che fanno. Queste attività permettono di sviluppare varie sensibilità quali il tatto, l’olfatto, la vista, aiutando lo sviluppo e il mantenimento della motricità. I ragazzi lavoreranno la terra cruda e costruiranno carrozze con materiali di riciclo. Il focus del progetto è favorire il benessere personale in sintonia con il territorio di appartenenza nel cui spazio ogni persona vive e si muove.

  Il progetto prevede anche visite ai musei civici per approfondire la conoscenza del territorio e la storia locale attraverso racconti, storie e suggestioni e una festa finale con l’allestimento dei lavori fatti dai ragazzi al Centro per Famiglie. (lb)

TAG: