Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Notizie 2019 Libriamoci compie 25 anni e vola “Verso l’infinito”

Libriamoci compie 25 anni e vola “Verso l’infinito”

A Palazzo Buonaccorsi dal 15 dicembre la mostra. Agli Antichi forni dal 1° al 15 dicembre un ricco calendario di eventi.
29 novembre 2019

  “Verso l’infinito” è il titolo della 25^ edizione di Libriamoci – Festival del libro illustrato, rassegna promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Macerata, da Macerata Musei, in collaborazione con Ars in Fabula – Scuola di illustrazione editoriale presentata questa mattina nel corso  di una conferenza stampa alla presenza dell’assessore alla Cultura Stefania Monteverde, di Mauro Evangelista, direttore artistico di Ars in Fabula e curatore di Libriamoci e Rosaria Cicarilli di Macerata Musei.

“Libriamoci a Macerata compie 25 anni. È una grande notizia! Significa che questa città da 25 anni cura l’amore per i libri belli – afferma l’assessore alla Cultura Stefania Monteverde -. Fu un’intuizione dell’allora assessora alla cultura, l’indimenticata e illuminata  Barbara Pojaghi: un progetto di città a misura di bambine e bambini deve fondarsi sui libri belli. Nacque Libriamoci. Festival dei libri illustrati. Ebbi l’opportunità di contribuire alla scelta del nome, per dire che i libri ci fanno volare. - ricorda l’assessora alla cultura Stefania Monteverde.- In 25 anni ogni anno è la mostra dei migliori libri illustrati prodotti dalle più grandi case editrici italiane, attesa e visitata da scuole turisti famiglie cittadini. È la scoperta di straordinari artisti delle illustrazioni, capaci di trasformare in visioni sogni, desideri e paure. È lo spazio dei bambini per crescere con le cose belle, e degli adulti per non perdere l’immaginazione. Da 25 anni Libriamoci è curata da Ars in Fabula, prestigiosa scuola di specializzazione nell’illustrazione che ha fatto crescere artisti bravissimi Made in Macerata, raccogliendo premi e riconoscimenti. Merito dell’ingegno creativo di Mauro Evangelista e della passione operativa di Michela Avi, ai quali va il riconoscimento della città per aver fatto di Macerata  un punto di riferimento internazionale nel campo del libro illustrato.”

  E prosegue: “Ho avuto il privilegio, da assessora alla Cultura in questi dieci anni, di ereditare un così grande patrimonio, e, insieme al sindaco e alla giunta, abbiamo cercato di averne cura. In questi anni il Comune di Macerata non ha smesso mai di investire su Libriamoci come progetto di comunità, considerato da tutte le amministrazioni che si sono succedute un patrimonio culturale che bene alla città. L’augurio è che anche nei prossimi 25 anni continui a vivere e crescere Libriamoci. Festival dei libri illustrati a Macerata, un luogo necessario che può regalare a tutti noi un dono raro, gli occhi per vedere l’invisibile.”

 

  Inserita nel calendario di Libriamoci 2019, nella suggestiva ambientazione di Palazzo Buonaccorsi, la mostra, dedicata alla più celebre poesia di Giacomo Leopardi, inaugura il 15 dicembre e sarà vidsitabi8le fino al 2 febbraio.

L’infinito trova nuove forme e colori nelle immagini dell’artista Marco Somà, vincitore del Premio Andersen 2019 come miglior illustratore, formatosi alla Scuola di illustrazione Ars in Fabula. Le visionarie tavole esposte rappresentano un invito, per grandi e piccoli lettori, alla scoperta, al ritorno, al viaggio nell’universo leopardiano. Si trova lo spunto per riflettere sullo spazio e sul tempo, nelle loro declinazioni personali e intime in relazione alla vastità del mondo e alla sua contemplazione.

A veicolare questi significati possono essere proprio i libri, che dallo spazio finito delle pagine diventano luoghi d’accesso protetti al dolce navigar nell’immensità del mondo. Come scrive lo scrittore Daniele Aristarco nella prefazione dell’albo L’infinito illustrato da Somà, pubblicato da Einaudi Ragazzi in occasione del bicentenario della composizione della poesia: “Ognuno ha la sua siepe, un luogo nel quale stare da solo e lasciare che l’immaginazione si muova liberamente nel tempo e nello spazio. Non sappiamo se quell’infinito esista realmente, eppure ci piace provare a immaginarlo. In questo preciso istante, mentre sei seduto e i tuoi occhi scorrono questi segni, la tua mente viaggia indietro di duecento anni e poi in avanti, forse, o chissà dove. Forse la tua siepe la stai stringendo tra le mani. Nello spazio finito della pagina di un libro, un luogo d’accesso al tuo splendido naufragio”.

Libro “La preziosa collaborazione con Libriamoci – ha detto Rosaria Cicarilli di Macerata Musei -  è iniziata nel 2009 con l’inaugurazione del Museo della Carrozza per la quale Mauro Evangelista e i suoi studenti illustrarono un libricino dedicato ai bambini. Un rapporto, proseguito negli anni con l’allestimento di mostre e con l’accoglienza a Palazzo Buonaccorsi dei corsi di illustrazione e master, costante e motivo di grande orgoglio.”

  Il viaggio verso l’infinito inizia il 1° dicembre, alle 18, con l’inaugurazione di Libriamoci 2019 nella storica sede della Galleria degli Antichi Forni.

  “La rassegna quest’anno festeggia venticinque anni - sottolinea il direttore artistico Mauro Evangelista, illustratore Premio Andersen – e, insieme alla Scuola di illustrazione Ars in Fabula, ha fatto conoscere la città di Macerata al mondo come capitale italiana del libro illustrato. ”.

  Ci accompagneranno verso l’infinito le illustrazioni tratte da ben 13 libri pubblicati quest’anno nati tra i banchi di Ars in Fabula: Il signor Erik (edizioni Uovonero), Ada al contrario (Settenove), I tre porcellini (Carthusia), La povera gente e Sredni Vashtar (entrambi Orecchio Acerbo), Marc est devenu un chat e Dejeuner sur l’herbe (entrambi Notari), La leggenda del paese dove nascono le parole (Feltrinelli kids), L’alfabeto delle emozioni (Gribaudo), La ragazza della foto (Il battello a vapore), Com’è nata l’Italia (Mondadori), Il re e i suoi cavalieri (Sinnos) e Poesie della neve (Fatatrac).

  Insieme ai giovani illustratori, in mostra anche professionisti navigati: ritroviamo Marco Somà con La vera storia di King Kong (Kite), Mauro Evangelista con Il principe felice ed altre storie di Oscar Wilde (Bompiani), Giacomo Garelli con Io e Charlie (Orecchio Acerbo).

  Anche quest’anno saranno esposti i lavori degli studenti del corso Entry-Level di Ars in Fabula che si sono cimentati nell’illustrare opere di grandi autori: Fedro, Italo Calvino, Gianni Rodari, Topelius. La novità di quest’anno vede l’arrivo agli Antichi Forni dei progetti personali degli studenti del nuovo corso Advanced Ars in Fabula. Si troveranno illustrazioni di diverse fiabe della tradizione popolare, opere di inediti e grandi autori come Borges, Yeats, Pasolini, Guy de Maupassant e tanti altri.

  Come sempre, in programma mattina e pomeriggio visite guidate gratuite per le scuole (nell’ultima edizione hanno partecipato oltre cento bambini al giorno), arricchite dalla presenza degli illustratori ospiti. Ogni pomeriggio sono in programma appuntamenti no stop dedicati all’albo illustrato: Fiabe in galleria con il Teatro Rebis, incontri in collaborazione con il Museo della Scuola, laboratori con gli autori ospiti e attività curate da Ars in Fabula. Come di consueto uno spazio della rassegna è dedicato alla mostra-mercato del libro illustrato, bookshop – a cura di Bottega del Libro e Libreria del Monte – che spazia dai classici dell’infanzia alle ultime novità editoriali italiane ed estere.

 Info: www.comune.macerata.it.

TAG: