Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Notizie 2019 Macerata Musei, ricerca diagnostica sulle opere di Pannaggi

Macerata Musei, ricerca diagnostica sulle opere di Pannaggi

I risultati pubblicati in una tesi di laurea e al centro del congresso internazionale TechnArt 2019.
21 maggio 2019

Nel corso del 2018 i Musei civici di Palazzo Buonaccorsi hanno ospitato in più occasioni il team di ricercatori del Laboratorio di Diagnostica per i Beni Culturali di Ascoli Piceno (Università di Camerino), che hanno analizzato le opere di Ivo Pannaggi, uno dei più grandi artisti del Futurismo marchigiano.

  I risultati della campagna di indagini diagnostiche sono stati pubblicati nella tesi di laurea di Leonora Corradi (Corso di Laurea in Tecnologie e Diagnostica per la Conservazione ed il Restauro - Università di Camerino) poi il team di UNICAM, composto da Graziella Roselli, da Giuseppe Di Girolami e da Paolo Cinaglia, ha presentato gli esiti della ricerca in occasione del "TechnArt 2019", un importante congresso internazionale dedicato alle Tecnologie per i Beni Culturali tenutosi in Belgio, nella città di  Bruges, dal 7 al 10 maggio.

 Ben otto dipinti  sono stati studiati con tecnologie innovative e non invasive, evitando ogni contatto con la superficie pittorica. Infrarossi, ultravioletti e raggi X hanno consentito di indagare in profondità ogni minimo dettaglio delle opere. Questo ha permesso di individuare, in molti casi, la presenza di disegni preparatori e di pentimenti, cioè di variazioni effettuate dall'artista in corso d'opera ed è stato possibile, inoltre, raccogliere importanti informazioni sullo stato di conservazione, sulla tecnica pittorica e sulla natura chimica dei materiali utilizzati dall'artista. Per quanto riguarda i colori, ad esempio, è stato evidenziato che Ivo Pannaggi si è servito di diverse tipologie di pigmenti, apportando però anche delle modifiche alla tavolozza nel corso della sua carriera artistica.

  Le pubblicazioni hanno rappresentato un'importante vetrina per i Musei civici ma anche per il territorio, per le sue ricchezze storico-artistiche e per le sue eccellenze nel campo della ricerca universitaria.

TAG: