Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Home Notizie 2019 QUIsSI CRESCE! in città, due appuntamenti con “Vieni a giocare”

QUIsSI CRESCE! in città, due appuntamenti con “Vieni a giocare”

Il 28 giugno e il 5 luglio nel parco di via Borghi.
26 giugno 2019

L’azione di Les Friches lascia momentaneamente i giardini dei nidi comunali e delle scuole dell’infanzia di Macerata per portare QUIsSI CRESCE! in città. Dopo la grande partecipazione e la buonissima risposta in occasione di Nidi in Festa nel parco di Villa Cozza, altri due appuntamenti vedono le ragazze dell’associazione in azione per i parchi. Per due venerdì consecutivi, 28 giugno e 5 luglio, saranno nel parco di via Borghi nel quartiere Pace.

  Questo contesto aveva ospitato, nel 2014, QUIsSI GIOCA!, il loro progetto pilota, di valorizzazione e “riuso ludico” di un’area verde, che ha dato il via a QUIsSI CRESCE!.

  Dalle 17 in poi, bambine bambini e adulti, sono invitati a giocare liberamente con i materiali o gli allestimenti che l’associazione porterà. Un contesto di gioco libero stimolato attraverso l’introduzione, nel parco cittadino, di pochi e semplici elementi, come stile di Les Friches. Chi partecipa è libero di combinare materiali e ambiente come meglio crede per realizzare quanto viene presentato.  Così, la ricchezza dei percorsi fatti nelle strutture educative 0-6 anni,coinvolte nella loro azione, viene condiviso con la città. L’autonomia del bambino nei percorsi di apprendimento, il valore del gioco libero soprattutto nei parchi della città, il diritto dei bambini e della bambine di riappropriarsi di un gioco a loro misura, lo stare insieme in un luogo pubblico, condividere percorsi e scelte bambini e adulti insieme.  I presidi ludici in salsa Les Friches sapranno miscelare bene questi  ingredienti, mettendoci il valore cardine: il divertimento!

Con un “vieni a giocare”, nei manifesti affissi in città, l’invio a partecipare è a tutti, anche a chi non è del quartiere, per avere il piacere di trascorrere alcune ore insieme, spensierati in un pomeriggio d’estate.

TAG: